logo8b2b2

Alloggi curati nei dettagli, realizzati nel piccolo borgo toscano di Oliveto, una location unica e rilassante, dove storia e natura convivono in piena armonia.

Contatti

(+39) 335 527 2912

info@borgodioliveto.com

via del castello 6 Loc. Oliveto - 52041 Arezzo

SEGUICI SU

  /  Guida Turistica   /  Cosa visitare nei dintorni   /  I laghi della Valdichiana

B&B Borgo di Oliveto - Bed and breakfast in toscana

AdobeStock_133063049

I laghi della Valdichiana

Gli appassionati di natura, pesca, birdwatching e gastronomia a base di pesce, non possono non visitare i laghi tipici della vadichiana.

Dalla riserva naturale del lago di Montepulciano, ambiente “selvaggio” dove avvistare uccelli di varia specie, al più contemplativo e rilassante lago di Chiusi, per finire al grande lago Trasimeno, la valdichiana sa offrire ambienti lacusti di diversa natura e rara bellezza.

Oltre i 3 più famosi citati sopra (descritti più in dettaglio sotto), gli appassionati di pesca posso trovare piccoli specchi d’acqua disseminati in varie aree della valdichiana, tipo il lago Oasi del pescatore as Alberoro o il lago Venere dell’Azienda Agricola Venere a Foiano della Chiana.

La Riserva è situata nel Comune di Montepulciano, pochi chilometri ad est della città, nella parte meridionale della Val di Chiana, a ridosso del confine con l’Umbria, ed oltre all’intero specchio d’acqua comprende parte del Canale Maestro della Chiana e alcuni terreni agricoli adiacenti. Il lago di Montepulciano, che copre una superficie di è un residuo della vasta palude che ha occupato gran parte della Val di Chiana fino all’epoca medicea, e rappresenta oggi una delle più importanti zone umide dell’Italia centrale. Oltre alle numerose emergenze faunistiche, tra le quali si annoverano anche molti invertebrati (molluschi come Unio mancus e Viviparus contectus, insetti come Carabus clathratus e crostacei come il granchio di fiume), la Riserva ospita specie vegetali di grande interesse naturalistico: ai margini del canneto nelle piccole praterie igrofile e nella vegetazione sommersa e galleggiante sono state censite oltre 40 specie di rara bellezza e ormai inconsuete, poiché gran parte delle aree umide che esistevano in Europa sono oggi scomparse o comunque degradate.

Il lago e’ stato per anni poco conosciuto, ben noto solo ai cacciatori e pescatori di Chiusi, che per questo ambiente hanno sempre nutrito un’intensa passione, sia per la amenita’ dei luoghi che per l’abbondanza e la varieta’di pesce e selvaggina. Ancora oggi, la rigogliosa vegetazione palustre ospita uccelli acquatici di ogni tipo. Vi nidificano diverse specie di aironi, di anatre, di rallidi, di limicoli ed alcuni cigni. E’ comune lo svasso. Numerose le specie di passo, tra le quali, piu’ raramente, anche oche selvatiche e fenicotteri rosa. Intorno al lago, numerosa selvaggina stanziale (fagiani, lepri, cinghiali). Dal punto di vista turistico il lago offre due ristoranti ed un camping, situati sulle sue rive, nei pressi della sede della Lenza Etrusca, e nell’unico posto in cui il lago e’ accessibile in automobile. (vedi anche “come raggiungerci” sulla home page). Si puo’ comodamente prendere il sole distesi sul “pratino” della Lenza Etrusca o sul molo che si distanzia dalla riva spingendosi piu’ al largo nell’acqua. E’ possibile affittare piccole barche a remi (a prezzi molto contenuti); infatti per motivi ecologici ed ambientali sul lago e’ proibito l’uso di imbarcazioni a motore. Qui si allena ed ha sede anche una dinamica associazione di canottaggio e sul lago si disputano gare anche a livello nazionale.

Al confine con la Val di Chiana, incastonato tra le colline, in territorio umbro si estende il Lago Trasimeno. Compreso nella provincia di Perugia, con i suoi 128 km² di superficie è il lago più grande del centro Italia. Il bacino lacustre è il cuore del Parco regionale del Lago Trasimeno, dichiarato area protetta nel 1996 denominata Oasi La Valle.

Il lago ospita tre isole: l’Isola Polvese, la Maggiore e la Minore. Lungo le sue sponde si affacciano numerosi borghi. Luoghi di bellezza smisurata, sono le mete ideali per passare una giornata o un weekend romantico, in famiglia o con gli amici, immersi nel verde della natura e circondati dalla storia.

Il lago trasimeno offre sia spiagge di sabbia che ristoranti tipici dove assaggiare sia pesce di lago che di mare. Oltre alle visite ai borghi limitrofi e alle isole, dove abbondano gli spazi verdi e le spiagge dove i bambini possono giocare in tranquillità, nonché essere incuriositi dai numerosi spunti storici che caratterizzano questi luoghi, il lago è il centro pulsante attorno al quale si sviluppa l’Oasi la Valle, un’area naturalistica protetta. La vegetazione, caratterizzata principalmente da canneti, è l’habitat ideale per numerose specie animali, principalmente uccelli migratori, che da questi luoghi passano, sostano per un periodo più o meno prolungato, e nidificano. Le visite guidate, pensate soprattutto per i bambini, hanno l’obiettivo di immergere i visitatori nella natura più profonda dello specchio d’acqua e dell’ambiente circostante. Infine, alle pendici del colle in cui si erge Castiglione del Lago, inizia la pista ciclopedonale del Trasimeno. Un percorso pensato per tutta la famiglia, caratterizzato da strade piane e sicure che seguono la sponda nord del lago, passando tra i campi coltivati e i canneti.

Riferimenti online:

Posizione

Post a Comment

uno + venti =

You don't have permission to register